Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Gli studenti della classe 4 A Scientifico hanno partecipato, Martedì 16 maggio, accompagnati dalla loro insegnante di Matematica e Fisica Rossella Galoppini e dalla loro tutor di Alternanza Scuola Lavoro Gloria Larini, al primo ciclo della nuova attività Digital Science Lab realizzata dal VIS (Virtual Immersion in Science) alla Scuola Normale Superiore a Pisa.

 

Nella foto il prof. Gigi Rolandi con la classe 4 A Scientifico durante il seminario introduttivo. In basso a sinistra la prof.ssa Rossella Galoppini (Sala Stemmi, Scuola Normale, Pisa).

 

Il prof. Gigi Rolandi, uno tra gli scienziati in prima linea nell’esperimento che ha portato alla scoperta del Bosone di Higgs, ha tenuto un interessante seminario introduttivo di fisica teorica, aggiornando gli studenti sulle ultime scoperte e mostrando loro i campi di ricerca ancora attivi. A questa lezione è seguita una discussione ricca e proficua, in cui gli studenti hanno potuto interagire con il docente, chiedendo spiegazioni e curiosità sugli argomenti affrontati. Successivamente il dottor Franco Ligabue ha svolto una lezione propedeutica all’attività laboratoriale. La classe è stata seguita anche dal perfezionando Giulio Mandorli.

Gli studenti hanno lavorato in una delle sale multimediali della Scuola Normale Superiore, nella quale è avvenuto il collegamento telematico in tempo reale con il CERN di Ginevra.

 

L’attività di laboratorio ha riguardato l’esperimento CMS, uno degli esperimenti principali del CERN per l’identificazione del Bosone di Higgs.

Gli appuntamenti del Digital Science Lab, che hanno accolto quest’anno due classi (la nostra quarta e la terza del Liceo classico Galileo Galilei di Pisa) sono stati realizzati in collaborazione con l’Area di Fisica delle Particelle della Scuola Normale.
L’attività cui hanno partecipato gli studenti della quarta Liceo Scientifico fa parte del percorso di Alternanza Scuola Lavoro “Laboratori di ricerca e sperimentazione”.

 

 

Per gli studenti è stata sicuramente un’esperienza interessante ed emozionante, che ha permesso loro di sperimentare un’attività specialistica, di raccogliere e decodificare, sotto la guida del tutor assegnato loro dalla Scuola Normale, le immagini raccolte direttamente dal CERN.
Un’esperienza indimenticabile, che permette di valorizzare anche l’attività di Alternanza Scuola Lavoro attraverso attività che hanno funzione orientativa e promuovono le eccellenze.

 

 

   

Vai all'inizio della pagina